È stato il 19 settembre 2022 quando per la prima volta incontrai Saten a Selvazzano dentro in provincia di Padova. Per me lui è in assoluto il primo cane guida ma anche il primo cane e le emozioni oscillavano tra una gioia immensa e la paura di non saperlo gestire per una mia incapacità. Ma la realtà è stata ben diversa. Saten ha saputo insegnarmi ciò di cui aveva bisogno ed io gli ho trasmesso le mie abitudini di orari e di uscite.

Dopo il corso fatto insieme a Piazzola sul Brenta, è diventato parte integrante della mia vita. Non passo un secondo senza di lui, se non le volte che sono in tandem ma il pensiero è sempre la: chissà cosa sta facendo … e, quando torno da lui è una festa senza fine.

Camminare, è tornato bellissimo grazie a Saten, riempie ogni singolo chilometro di colori e di quell’entusiasmo che esprime in ogni passo.

Ragazza e cane labrador sul bagnasciuga che si abbracciano teneramente

Da quel 19 settembre, abbiamo condiviso TUTTO: gare in Italia e all’estero, viaggi in aereo, in barca, camminate di giornate intere, corse, nuotate, escursioni sulla neve, momenti fantastici ma anche momenti meno belli che grazie a quel suo nasone umido e quelle meravigliose orecchie super morbide, posso dire di averli

vissuti diversamente perché so che al mio fianco ho un angelo che non smetterò mai di ringraziare.

La nostra storia è una di quelle storie d’amore che vorrei augurare a tutti di provare nella propria vita: una storia fatta di presenza,  conoscenza reciproca, lealtà e compromessi.

Ilaria Brugnoli